Cittadinanza onoraria a Giorgio

Sintetizziamo in una simpatica frase: “adess te sé n’Piated!”

Un atleta della Provincia di Sondrio insignito della cittadinanza onoraria da un sindaco e da un consiglio comunale che lo hanno proclamato concittadino a tutti gli effetti benché anagraficamente viva altrove.

La notizia viene da Piateda, precisamente dalla sala consiliare di Palazzo del Municipio dove ieri sera, in un’atmosfera solenne, il sindaco, Aldo Parora, ha nominato cittadino onorario alla presenza dell’assemblea e dell’assessore allo sport Andrea Gaggi il plurimedagliato campione di Canoa Giorgio Dell’Agostino.

Sondriese, sulla ribalta internazionale da anni ed in particolare nelle ultime stagioni agonistiche, Dell’Agostino è cresciuto dal punto di vista atletico proprio sulle rapide di Boffetto – un tratto di Adda famoso in tutto il mondo – sotto gli sguardi affettuosi degli abitanti di questo borgo, che lo hanno visto fin da bambino solcare le  acque che scorrono all’ombra del campanile.

A lui viene riconosciuto, oggi, anche formalmente, quel ruolo di ambasciatore del territorio comunale e delle sue risorse; la sua carriera sportiva incarna i principi cari a questo collettività: il quotidiano sacrificio e la fatica al servizio di obiettivi nobili oltre che ambiziosi.

Piateda, non a caso, ha sempre fatto il tifo per lui anche e soprattutto durante le competizioni che puntualmente tornano ad animare il paese e nelle quali, altrettanto puntualmente, Giorgio regala emozioni, medaglie e titoli.

“E’ la prima volta, nella storia municipale – ha detto Aldo Parora – che un consiglio comunale emana questo tipo di delibera; un atto molto emozionante per tutti, non solo per la cerimonia di consegna, ma anche per le motivazioni che ci hanno portati fino a qui: Giorgio Dell’Agostino è uno di noi, prima ancora che un campione, un ragazzo come gli altri che abbiamo visto diventare grandi”.

Schivo e riservato, come sempre, il nuovo “piatedese ad honorem” non ha nascosto la commozione, confermando – nelle poche parole dette – ciò che da sempre sostiene: “Non posso che ringraziare il sindaco e tutto il paese per l’onore che mi è stato tributato; come ho sempre detto, ed ora a maggior ragione, da sempre ho due case e due residenze; una a Sondrio – ha spiegato – e l’altra fra i magnifici spruzzi d’acqua che solo Piateda può vantare di avere su tutto il pianeta”.

Pomeriggio in Adda

Pomeriggio in Adda per i giovani atleti della Polisportiva Albosaggia che hanno la possibilità di provare gli sport fluviali e nello specifico il soft rafting.

Dopo un breve training sulla sicurezza in fiume tenuto da Ale e Stefano, inizia la fantastica discesa lungo il nostro fiume sino alla Cà del Navet.

Una volta sbarcati spuntino tutti insieme.

Un grosso grazie a Ale e Stefano ed anche a Enrica che ha organizzato l’uscita.

Qui le foto dell’avventura in fiume.

Festa delle medaglie

Comunichiamo che venerdì 31 agosto alle 18.00 presso la sede fluviale di Albosaggia (loc. Torchione) si terrà la “Festa delle Medaglie”.
Un evento che celebra le sei medaglie conquistate ai recenti Campionati Europei di Canoa (Skopje-Macedonia) dall’azzurro valtellinese Giorgio Dell’Agostino, già plurimedagliato Campione del Mondo.
L’occasione ci è gradita per festeggiare, con l’atleta e con autorità ed istituzioni locali, anche tutti i ragazzi che praticano le discipline fluviali e le altre attività sportive proposte dalle nostre associazioni.

Cordialmente,

Gianluca Cristini – Pres. Polisportiva Albosaggia ASD
Stefano Dell’Agostino – Pres. Addavì ASD

Medaglia mondiale

Medaglia mondiale per il canoista azzurro sondriese Giorgio Dell’Agostino: il colpo è arrivato nella gara che non ti aspetti, quella della C2 a squadre, sulle acque della località svizzera di Muota.
Dunque è la canoa canadese doppia che regala alla Valtellina un altro alloro iridato nella canoa: in questa disciplina le medaglie giunte in provincia, da sempre, sono tutte del 23 enne cresciuto sull’Adda, specialità discesa, passione ed eccellenza nelle gare lunghe.
Dopo il grande 5^posto conquistato, appunto, nella prova classica individuale di venerdì (C1) e l’8^ in quella a coppie (C2) con Mattia Quintarelli, il campione dell’Addavì, in canoa con Andrea Bernardi, si è messo al collo il bronzo intercontinentale insieme ai compagni Mattia Quintarelli-Davide Maccagnan e Paolo Razzauti con Federico Urbani.
I favori della vigilia erano tutti per l’equipaggio tedesco, ma le acque più tempestose non risparmiano nessuno, nemmeno i più preparati: un errore di troppo è costato caro al team germanico, che si è rovesciato; stessa sorte è toccata alla squadra svedese e quella spagnola, a dimostrazione dell’alto coefficiente tecnico di difficoltà del tracciato.
E dunque, in casa Italia, giunge l’alloro mondiale: podio mancato, invece, per un soffio nella C1 a squadre, dove il valtellinese, con i compagni Mattia Quintarelli e Paolo Razzauti, si è piazzato ai piedi del podio.
Una posizione che soddisfa sì gli azzurri, ma dal retrogusto un po’ amaro: soltanto 6” secondi, infatti, li separano dalla piazza d’onore.
Ma sulla cresta dell’onda, Giorgio Dell’Agostino si prepara fin d’ora a nuove battaglie: se le prove sprint individuali e a squadre delle ultime ore non lo hanno favorito, il 5^ posto dell’altro ieri a un soffio dal primo, suona come una promessa in vista del Campionato Europeo.

Legno da vivere 2018

Domenica 20 maggio 2018 ritorna la 5^ edizione di Legno da Vivere, la manifestazione promossa da Ersaf Lombardia e dalla Comunità Montana Valtellina di Sondrio al Bosco dei Bordighi.

Tra le tante attività citiamo che dalle ore 9, in collaborazione con AddAdventure
Polisportiva Albosaggia, si potrà effettuare SoftRafting, discese su gommoni lungo il fiume Adda con il Gruppo A.M.A. genitori adottivi (tali discese sono già definite e chiuse).

Info sul sito ERSAF e sul sito della Comunità Montana Valtellina di Sondrio

Conoscere il ruolo delle foreste, la risorsa legno e i volti del fiume Adda. Attività informative e dimostrative aperte al pubblico.
La manifestazione si terrà domenica 20 maggio presso il Centro Visite Riserva Naturale Bosco dei Bordighi dalle ore 9,30 per tutta la giornata.
Sono previsti:
– laboratori di intaglio e intarsi del legno a cura dell’Associazione Valtellina Intagliatori;
– Due piedi e quattro zoccoli: attività di coccole e spazzole con gli asini a cura dell’Associazione Passi e Crinali;
– Visite guidate agli stagni e alla fitodepurazione a cura di ERSAF;
– Il magico mondo delle alpi a cura dell’Associazione Apicoltori Sondrio;
– Laboratori didattici caccia al tesoro lungo i sentieri della Riserva e giochi d’aria a cura dell’Associazione 2020;
– Dalle 9,00 alle 11 “BIO BLIZ – Diventa anche tu esploratore di biodiversità per un giorno! Vieni con noi a censire l’aviofauna della Riserva” in collaborazione con il Parco delle Orobie Valtellinesi e Associazione 2020;
– SOFTRAFTING – Discesa su gommoni lungo il fiume Adda con il Gruppo A.M.A. genitori adottivi in collaborazione con AddAdventure e Polisportiva Albosaggia.
– Spettacolo di chiusura manifestazione dal titolo “Cappuccetto blues” a cura di Teatro invito.Per chi ha difficoltà di deambulazione sono disponibili le joelette (prenotazione consigliata)In caso di pioggia l’iniziativa sarà rinviata al 27 maggio 2018
Luogo:
Centro Visite Riserva Naturale del Bosco dei Bordighi
Per informazioni:

Resoconto del campionato italiano

Non è mancato nulla: titoli e medaglie alle società di casa, rivelazioni e record, soddisfazioni per atleti, organizzatori e pubblico.
Va in archivio così, immagini mozzafiato incluse, il Campionato Italiano di Canoa e Kayak FICK svoltosi dal 4 al 6 maggio sulle acque di Piateda.
Carico di entusiasmo il bilancio del Comitato Organizzatore, guidato da Addavì ASD e Polisportiva Albosaggia AddAdventure e sostenuto da enti locali e associazioni del territorio.
Lo sforzo di organizzare anche una Gara Classica di tre chilometri – oltre alla tradizionale Sprint di 400 metri sulla rapida di Boffetto – ha regalato al Campione di casa Giorgio Dell’Agostino la gioia di aggiudicarsi sabato la vittoria proprio sulla sua distanza prediletta battendo l’amico e antagonista Mattia Quintarelli.
Scenario inverso – sempre nella canadese monoposto – sulla gara corta di domenica nella quale il canoista veneto ha soffiato per pochi millesimi di secondo il titolo all’azzurro valtellinese giunto secondo.
Una singolar tenzone culminata nella conquista – insieme – del titolo di Campioni d’Italia per la categoria C2.
Con loro, protagonisti della grande kermesse sportiva – svoltasi nel migliore dei modi grazie alla perfetta portata idrica garantita da A2A, Edison ed Enel – gli atleti di punta di tutte le squadre d’Italia, sia nelle categorie C1 e C2, sia nel Kayak dove a dominare è stato l’inossidabile friulano Davide Maccagnan.
Prove di elevato livello tecnico che hanno consentito una dura ma efficace selezione in vista degli imminenti impegni con i Mondiali .
Il bilancio è sicuramente positivo per Addavì e Polisportiva Albosaggia – AddAdventure, società promotrici dell’evento tricolore.
“Nulla è stato lasciato al caso – è il commento del presidente del comitato Stefano Dell’Agostino – dalla sicurezza affidata alla Croce Rossa Italiana sia a terra che in acqua, alla collaborazione di Comunità Montana di Sondrio, Protezione Civile, Alpini e Pro Loco di Piateda e di Poggiridenti.”
L’evento – apertosi ufficialmente venerdì presso la Mediateca di Piateda alla presenza di autorità e partner – ha saputo accontentare tutti, lasciando spazio, accanto all’agonismo, anche ad altre occasioni per vivere il territorio e lo sport: dai libri di Popi Miotti e Sara Pusterla all’esibizione dei ragazzi della sezione musicale della Scuola di Ponte in valtellina; dall’open day di tai chi alla serata al Punto Verde con la Banda di Albosaggia e la cena tipica aperta a tutti.
Un carosello raccontato anche dalle dirette televisive non stop di Tele Sondrio News dai due campi gara di Poggi e Piateda.
Macchina organizzatrice promossa a pieni voti – fra gli applausi delle premiazioni – anche e soprattutto dalla Federazione Italiana Canoa e Kayak che, di nuovo, come lo scorso anno, ha invitato comitato organizzatore, enti e territorio a pensare più in grande.
“L’edizione 2018 del Campionato – ha dichiarato il Presidente della FICK Luciano Buonfiglio, presente anche questa volta sulle rive dell’Adda – dimostra nuovamente, ma non ce n’era bisogno, che questo staff sa offrire standard di assoluta eccellenza nel panorama mondiale degli sport fluviali: per questo rinnovo il mio invito ufficiale – ha concluso – a fare un balzo in avanti candidandosi per eventi ai quali può ambire senza timore”.

Comunicato stampa del 3 maggio 2018

 Si apre sotto i migliori auspici – con un numero di iscritti che anche per l’edizione 2018 sfiora quota cento – il Campionato Italiano di Canoa e Kayak FICK ormai di casa in Valtellina.
La grande kermesse sportiva – che ogni anno attira sulle acque dell’Adda squadre provenienti da tutte le regioni – porta questa volta fra le onde di Piateda non solo la sfida, sempre accesa, per la conquista del titolo tricolore, ma anche la selezione in vista delle gare iridate, in programma a partire da fine maggio.
Per tutti, ed in particolare per il campione di casa Giorgio Dell’Agostino, azzurro cresciuto qui ed oggi portacolori dell’Addavì ASD, un appuntamento determinante all’interno di una stagione si preannuncia oltre che lunga anche fitta di impegni.
Due le gare organizzate quest’anno dall’ormai rodato Comitato Organizzatore presieduto dall’instancabile Stefano Dell’Agostino.
La prima, una classica di tre chilometri da Piateda a Poggiridenti, colorerà il fiume sabato pomeriggio a partire dalle 13,30 con quartier generale all’arrivo, presso l’area di Sosta del Sentiero Valtellina a Poggi (all’altezza della concessionaria Baruffi).
La seconda, invece, è una prova sprint tutta concentrata a Boffetto, nei 400 metri della rapida della Chiesa e scatterà domenica mattina alle 10: un tratto famoso nel mondo per l’energia che gli atleti sprigionano su un tracciato altamente tecnico e spettacolare.
Dunque un vero e proprio raddoppio, il 5 e 6 maggio, per questo Campionato Italiano di Canoa FICK organizzato da Addavì e Polisportiva Albosaggia-AddAdventure grazie al sostegno e alla fattiva collaborazione di enti locali e istituzioni e associazioni del territorio.
L’evento dà nuovamente prova di collaborazioni fruttuose, prima fra tutte quella con le aziende idroelettriche – A2A, Edison ed Enel – partner dell’appuntamento agonistico al quale viene garantita una portata idrica non solo sufficiente ma addirittura ottimale.

Le gare saranno anche questa volta trasmesse integralmente in diretta tv da TSN, Tele Sondrio News, sui canali digitali, 172 e 695 in HD, ma anche in streaming tv sul sito www.radiotsn.tv e sulla pagina Facebook Tele Sondrio News.
Il Campionato di Canoa si inserisce, come sempre, nel 3° Valtellina Adda Festival, calendario di iniziative e occasioni di fruizione del territorio e delle sue risorse, a partire da Sentiero Valtellina e Bosco dei Bordighi.
L’inaugurazione ufficiale delle competizioni è in programma venerdì 4 maggio alle 17,30 presso la Mediateca del Comune di Piateda mentre la serata clou del week end è in calendario per sabato 5 maggio al Punto Verde di Piateda dove l’accoglienza alle squadre, presente la Banda di Albosaggia – sarà seguita dalla cena della Pro Loco con intrattenimento musicale.

Campionato Italiano canoa 2018 – programma

Il Comitato Organizzatore del Campionato Italiano di Canoa e Kayak FICK, presieduto da Stefano Dell’Agostino, è lieto di condividere con voi il programma definitivo dell’evento in oggetto, presentato oggi agli organi di informazione.
Confidiamo di incontrarvi sul campo gara (sabato 5 a Poggiridenti, domenica 6 a Piateda) ed in particolare alla Cerimonia ufficiale di premiazione in calendario sabato 5 maggio alle 18,30 al Punto Verde-Piateda.

Campionato Italiano Canoa 2018

Campionato Italiano Canoa 2018 – Piateda 5/6 maggio

Torna, fedele a sé stesso ma come sempre foriero di novità, il Campionato Italiano di Canoa che ogni anno si svolge sulle acque dell’Adda, nel celebre tratto di Piateda.
Qui, al cospetto del campanile di Boffetto, si daranno appuntamento il 5 e 6 maggio i migliori della specialità – canoa canadese e kayak -impegnati nella conquista del titolo ma anche nelle selezioni per i Mondiali e la Coppa del Mondo.
L’evento – che riconferma la disputa di una gara Sprint mozzafiato – si arricchisce questa volta anche di una gara lunga che dalle rapide davanti alla chiesa – tutte a favore di pubblico – arriva fino all’area di sosta del Sentiero Valtellina, all’altezza di Poggiridenti.
Due appuntamenti agonistici in uno, con raddoppio degli sforzi da parte degli organizzatori di Addavì e Polisportiva Albosaggia-Addadventure e di tutti gli enti che supportano l’appuntamento condividendone gli obiettivi, primi fra tutto Comunità Montana Valtellina di Sondrio e Comune di Piateda.
La notizia principale, però, riguarda però l’acqua: anche quest’anno, dopo l’iniziativa presa nel 2017 proprio dalle due società sportive organizzatrici – il Comitato Organizzatore ha chiesto nuovamente all’Amministrazione Provinciale di coordinare la sottoscrizione di un accordo con le aziende produttrici di energia idroelettrica: la disponibilità da parte di A2A, Enel ed Edison non si è fatta attendere e questo permetterà di garantire alle gare un giusto e costante approvvigionamento idrico; un passaggio di fondamentale importanza – è il commento del presidente del Comitato Stefano Dell’Agostini – per garantire il miglior risultato possibile sia alle prove agonistiche che alle altre attività in programma lungo l’arco di tutto il mese di maggio nell’ambito della terza edizione di Valtellina Adda Festival.
Fra i motivi di maggior interesse, in vista dell’appuntamento, come sempre, la presenza del beniamino di casa, Giorgio Dell’Agostino: il canoista azzurro di Sondrio, plurimedagliato campione di specialità, vincitore del titolo 2017 proprio sulle onde di casa, sarà di nuovo in azione davanti ai suoi tifosi per bissare l’obiettivo e per lanciarsi al meglio nel vivo di una stagione che promette battaglia e soddisfazioni.

COMUNICATO STAMPA del 21 settembre 2017

Giorgio Dell’Agostino punta dritto verso un altro Mondiale e questa volta la sfida si gioca sulle acque francesi.
Le gare che lo attendono a fine mese sono quelle dei primi Campionati Mondiali Sprint Assoluti di Canoa, specialità discesa , abbinati – non era mai accaduto nella storia di questa disciplina – ai Mondiali di Slalom.
Il cronometro, per l’azzurro valtellinese dell’Addaví, scatterà il 26 settembre con la prima gara a squadre; un carosello, quello che vedrà alternarsi i migliori atleti delle due specialità, la cui conclusione è prevista, con le ultime prove, il 1° ottobre.Il calendario agonistico é fittissimo e impegnerà molto gli atleti peraltro sul finire di una stagione che quest’anno è particolarmente lunga, con inizio in primavera e conclusione in autunno.Teatro di gara per quello chi preannuncia fra glie eventi più combattuti, il canale artificiale di Pau, struttura sportiva che promette spettacolo e che piace al campione sondriese abituato alla “vivacità” del fiume di casa: “É un corso d’acqua molto tecnico ma divertente al tempo stesso – è il commento di Giorgio Dell’Agostino – grazie alla buona forma di quest’anno lo affronto con entusiasmo e deciso a replicare le buone sensazioni avute finora”.
Il riferimento è al periodo particolarmente felice è pieno di soddisfazioni; dopo le amarezze che nel 2016 si erano mischiate ai risultati comunque lusinghieri, tanto da portare in dote un terzo posto nella classifica generale di Coppa del Mondo, la stagione in corso è costellata di successi che nessuno ha mai ottenuto prima in Provincia di Sondrio negli sport fluviali: tre argenti e tre bronzi ai recenti Mondiali di Murau in Austria sono solo il bottino più eclatante di un’estate ricca di allori.
Per Dell’Agostino ora l’obiettivo è amministrare bene l’alto livello sia di preparazione che di risultati rimanendo nella ristretta rosa dei migliori e guadagnandosi una posizione fra i primi 12, condizione per poter approdare alla finale di sabato 30 settembre.
Un impegno non da poco al quale l’atleta si è preparato sulle rapide di casa in attesa di partire, venerdì 22 settembre, verso Pau: “Ci alleneremo qualche giorno sul percorso di gara dove abbiamo già fatto una trasferta all’inizio del mese – spiega – per rifinire preparazione e strategie”.
La squadra azzurra – con Dell’Agostino fra i migliori – promette ancora una volta di dare il massimo anche perché in questa occasione l’ICF (International Canoe Federation) valuterà nel dettaglio la capacità attrattiva di questo sport in vista delle future scelte e richieste sul fronte olimpico.

1 2 3