COMUNICATO STAMPA del 21 settembre 2017

Giorgio Dell’Agostino punta dritto verso un altro Mondiale e questa volta la sfida si gioca sulle acque francesi.
Le gare che lo attendono a fine mese sono quelle dei primi Campionati Mondiali Sprint Assoluti di Canoa, specialità discesa , abbinati – non era mai accaduto nella storia di questa disciplina – ai Mondiali di Slalom.
Il cronometro, per l’azzurro valtellinese dell’Addaví, scatterà il 26 settembre con la prima gara a squadre; un carosello, quello che vedrà alternarsi i migliori atleti delle due specialità, la cui conclusione è prevista, con le ultime prove, il 1° ottobre.Il calendario agonistico é fittissimo e impegnerà molto gli atleti peraltro sul finire di una stagione che quest’anno è particolarmente lunga, con inizio in primavera e conclusione in autunno.Teatro di gara per quello chi preannuncia fra glie eventi più combattuti, il canale artificiale di Pau, struttura sportiva che promette spettacolo e che piace al campione sondriese abituato alla “vivacità” del fiume di casa: “É un corso d’acqua molto tecnico ma divertente al tempo stesso – è il commento di Giorgio Dell’Agostino – grazie alla buona forma di quest’anno lo affronto con entusiasmo e deciso a replicare le buone sensazioni avute finora”.
Il riferimento è al periodo particolarmente felice è pieno di soddisfazioni; dopo le amarezze che nel 2016 si erano mischiate ai risultati comunque lusinghieri, tanto da portare in dote un terzo posto nella classifica generale di Coppa del Mondo, la stagione in corso è costellata di successi che nessuno ha mai ottenuto prima in Provincia di Sondrio negli sport fluviali: tre argenti e tre bronzi ai recenti Mondiali di Murau in Austria sono solo il bottino più eclatante di un’estate ricca di allori.
Per Dell’Agostino ora l’obiettivo è amministrare bene l’alto livello sia di preparazione che di risultati rimanendo nella ristretta rosa dei migliori e guadagnandosi una posizione fra i primi 12, condizione per poter approdare alla finale di sabato 30 settembre.
Un impegno non da poco al quale l’atleta si è preparato sulle rapide di casa in attesa di partire, venerdì 22 settembre, verso Pau: “Ci alleneremo qualche giorno sul percorso di gara dove abbiamo già fatto una trasferta all’inizio del mese – spiega – per rifinire preparazione e strategie”.
La squadra azzurra – con Dell’Agostino fra i migliori – promette ancora una volta di dare il massimo anche perché in questa occasione l’ICF (International Canoe Federation) valuterà nel dettaglio la capacità attrattiva di questo sport in vista delle future scelte e richieste sul fronte olimpico.